Barra&Barra S.r.l.

Reg. San Quirico, 673 - 12044 Centallo (Cuneo)
P.IVA, C.F. e Numero Iscrizione Registro delle Imprese 03197920048 

Tel / Fax +39 0171 211359

Copyright © Barra&Barra 2014 - Tutti i diritti riservati

Sono previsti degli incentivi per la realizzazione di una casa in bioedilizia?

Gli incentivi, sotto forma di detrazione fiscale, nel settore dell’edilizia sono stati un fattore molto importante nell'economia italiana degli ultimi anni, sia per gli investimenti che per l’occupazione.

Per esempio, grazie ai bonus fiscali, nell’anno 2014 si è avuto un volume di affari di quasi 20 miliardi di Euro con 291.000 posti di lavoro occupati.  A partire dal 6 giugno 2013 il susseguirsi delle varie leggi di stabilità ha permesso di usufruire di molte detrazioni fiscali sulle case in legno e realizzate con altri sistemi costruttivi, per riqualificazione energetica, ristrutturazione edilizia, bonus mobili e sisma bonus.

La Legge di Stabilità 2018 ha prorogato le detrazioni fiscali, da recuperare sempre nell'arco di 10 anni, per chi ristruttura immobili, acquista mobili e grandi elettrodomestici, o migliora l’efficienza energetica degli edifici con le medesime percentuali previste per il 2017 (rispettivamente 50%-50%-65%).

A spingere il Governo alla proroga dei Bonus Ristrutturazioni, Bonus Mobili ed Ecobonus, è stata la constatazione di quanto gli incentivi fiscali abbiano spinto i contribuenti ad investire in questo tipo di interventi: una boccata d’ossigeno per il settore dell’edilizia e degli arredi, nonché per il settore immobiliare avendo dato impulso anche all’acquisto di immobili meno costosi perché da ristrutturare o da demolire e ricostruire.

Questa è un’ottima opportunità per chi desidera migliorare o ricostruire la propria casa che sia in legno o realizzata con altri sistemi costruttivi.

Per tutto il 2018 si potrà intervenire per la riqualificazione energetica, la ristrutturazione, l’adeguamento sismico, l’acquisto di elettrodomestici di classe non inferiore ad A+, usufruendo di importanti detrazioni fiscali.

In particolare, riguardo agli interventi di ristrutturazione edilizia con demolizione e ricostruzione o con ampliamento ammessi al beneficio della detrazione 50% o 65%, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che: 

  • in caso di ristrutturazione con demolizione e ricostruzione, la detrazione spetta solo nel caso in cui venga mantenuta la volumetria dell’edificio preesistente (la legge 98/2013 ha eliminato il "vincolo di sagoma" per gli edifici non tutelati dal D.Lgs 42/2004);
  •  per la demolizione e ricostruzione con ampliamento, la detrazione in alcuni casi spetta solo per le spese riguardanti la parte di volumetria recuperata e non quella eccedente;
  • se la ristrutturazione avviene senza demolire l’edificio esistente e con ampliamento dello stesso, la detrazione spetta solo per le spese riguardanti la parte esistente in quanto l’ampliamento configura, comunque, una “nuova costruzione”. 
Utilizziamo i cookies per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle vostre scelte di navigazione in modo da offrirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Inoltre ci riserviamo di utilizzare cookies di parti terze. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy. Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookies.
OK