fbpx

La casa è il luogo in cui ci rifugiamo dopo una giornata di lavoro. Questo ambiente sicuro, protetto e conviviale sta mutando radicalmente funzione per via dell’emergenza sanitaria Covid-19.

Il coronavirus ci ha fatto “riscoprire” l’importanza di una casa confortevole; gli ambienti in cui, fino a qualche tempo fa, passavamo solo qualche ora sono diventati la nostra nuova quotidianità.

Ed è così che, per molti italiani, la sala da pranzo si è trasformata in un ufficio, per via dello “smart working”. Per altri, un piccolo giardino o una terrazza rappresentano un importante e prezioso momento di evasione.

In questo scenario, la domanda che gli addetti ai lavori si stanno facendo è: Come cambierà il mercato immobiliare? Quali saranno le qualità che gli italiani cercheranno nelle loro case?

L’importanza di una casa di qualità

Il valore della casa è radicalmente cambiato nelle ultime settimane.

No, non stiamo parlando solamente di valore economico (nonostante, per molti, la casa rappresenti ancora un importante asset finanziario su cui contare). Quando parliamo di valore facciamo riferimento alla qualità della vita all’interno delle mura domestiche. Siamo abituati a ritmi di vita frenetici che, per via dell’emergenza, si sono molto ridimensionati.

Abbiamo passato nelle nostre case la totalità del nostro tempo. Proprio in questo contesto, molte persone hanno cambiato la percezione della loro abitazione: da “porto sicuro” in cui tornare dopo il lavoro a “prigione”. Ma che cos’è che manca di più nelle case degli italiani?

Come sono fatte le case degli italiani?

Stando ai dati ISTAT, circa un terzo delle case italiane non ha né terrazzo né balcone. Il 60% delle abitazioni ha un bagno solo e solamente l’8% dello stock abitativo italiano è stato costruito in questo secolo. Parlando, invece, di spazi, in media una casa è di 68 mq in città e di 92 mq nel resto del Paese.

Sulla base di questi dati, è semplice capire la ragione per cui molti italiani stanno soffrendo particolarmente la quarantena, soprattutto perché lontani da spazi verdi e balconi per poter prendere una boccata d’aria.

Cosa cercheremo in una casa di qualità?

Una delle domande che in molti si pongono è: “Come cambierà per gli italiani la percezione di casa? In che modo la sceglieranno? Cosa avrà più valore?” Beh, per rispondere a questa domanda, ci rifacciamo ai dati che abbiamo esposto nel paragrafo precedente.

Sicuramente, la questione degli spazi è da valutare. Trascorrendo molto tempo in casa, le persone si sono rese conto di difetti della loro abitazione: i più comuni sono, ad esempio, il poco spazio, la mancanza di un balcone, i vicini troppo rumorosi.

Tutto questo si somma allo stress di dover adibire il divano ad ufficio.

Dunque, cosa cercheremo in una casa di qualità? Sicuramente una stanza in più, un giardino o un terrazzo, una buona insonorizzazione e un’ottima esposizione alla luce naturale. Avremo bisogno di più comfort, con un doppio bagno e una metratura più ampia. Tutte queste caratteristiche ci permetteranno di vivere meglio gli ambienti domestici e anche di mantenere il valore dell’immobile, trasformandolo in un investimento per il futuro.

Se hai in mente da tempo di progettare la tua casa ideale, questo è il momento giusto per farlo. Barra&Barra si occupa di costruzioni in bioedilizia: realizziamo case sostenibili su misura, con materiali di qualità. Se vuoi trasformare la tua casa in un investimento di valore, contattaci ora.

Lascia un commento