Se stai pensando di realizzare la tua casa in legno, la scelta del terreno è un passaggio importante e delicato, che richiede la conoscenza di una serie di informazioni. Limitarsi a valutare solamente il prezzo o la zona in cui si trova, purtroppo, potrebbe non bastare: ci sono altri parametri da considerare per far sì che la tua scelta sia effettivamente la migliore possibile.

La prima cosa da sapere sui terreni è che questi non sono tutti uguali. Possiamo dividere i terreni in due grandi categorie principali:

  • Terreni agricoli
  • Terreni edificabili

Ciascuna di queste categorie di terreni è regolamentato da una serie di norme, che pongono delle condizioni specifiche per la costruzione. Ecco tutto quello che devi sapere sul tema.

La scelta del terreno migliore per costruire una biocasa

La scelta del terreno è la prima cosa da fare quando si progetta la costruzione di una casa. Se non sai da dove cominciare, continua nella lettura: ti spiegheremo le differenze tra terreno agricolo e edificabile e ti daremo una serie di consigli per scegliere il terreno ideale per le tue esigenze.

Terreno agricolo: caratteristiche e normativa

Il terreno agricolo è uno spazio di terra destinato alla coltivazione e all’allevamento di bestiame. Questa tipologia di terreno presenta dei limiti di costruzione e delle regole ben precise per poterci costruire una casa.

Secondo la legge, solamente chi ha la qualifica di imprenditore agricolo professionale o coltivatore diretto può costruire una casa ad uso residenziale su un terreno agricolo.

Dobbiamo aggiungere che l’edificazione di costruzioni non ad uso abitativo, ma strumentali alla conduzione del fondo (parliamo ad esempio di fienili, stalle o magazzini) può essere effettuata anche da persone non dotate delle qualifiche che abbiamo menzionato. 

In linea di massima, esiste una normativa nazionale chiara sul tema, ma a livello regionale possono esserci delle differenze, da valutare caso per caso a seconda della tua Regione di residenza.

Un terreno agricolo può diventare edificabile?

Si può cambiare la destinazione d’uso del terreno? Si, la risposta è che, in alcuni casi, il terreno agricolo può essere trasformato in un terreno edificabile. 

Per effettuare una verifica in tal senso, dovrai rivolgerti al tuo Comune di pertinenza. Devi sapere che ciascun comune adotta un Piano Regolatore Generale Comunale (PRGC), un documento molto complesso che non viene cambiato ogni anno. Per questo, se vuoi cambiare la destinazione d’uso di un terreno, devi fare esplicita richiesta.

Un terreno ha maggiori possibilità di diventare edificabile se soddisfa una serie di condizioni, come ad esempio:

  • Si trova in un’area già parzialmente edificata
  • Si trova in un’area urbanizzata, dove ci sono infrastrutture come acquedotti e fognature
  • Non rientra in alcuna fascia di rispetto (paesaggistica, cimiteriale, di acquedotto, ferrovie).

Terreno edificabile: caratteristiche e normativa

Ben diverso è il discorso per i terreni edificabili. Il terreno edificabile è un terreno specifico per la costruzione di fabbricati civili, urbani o industriali. Questi terreni hanno un indice di edificabilità più alto e generalmente hanno prezzi maggiori rispetto ai terreni agricoli.

LEGGI ANCHE >> Indice di edificabilità del terreno: cos’è e come si calcola

Quali fattori considerare per la scelta del terreno?

Ora che abbiamo visto le due principali tipologie di terreno, ecco una serie di fattori utili da considerare quando ci si lancia nella scelta:

  • La zona in cui si trova il terreno
  • La forma e l’orientamento del lotto, entrambi fattori importanti per assicurare alla futura casa la giusta illuminazione
  • La metratura del terreno. Il terreno deve avere una dimensione ideale per la costruzione della casa. Attenzione, però: scegliere un terreno grande non significa poterci edificare una casa grande. Questo perché ciascun terreno ha un indice di edificabilità, che indica la superficie massima dell’edificio che si può realizzare
  • Eventuale presenza di impianti nel sottosuolo
  • La definizione esatta dei confini del terreno

Non dimenticare di richiedere tutte le informazioni burocratiche e fiscali sul terreno, per evitare brutte sorprese.

Se vuoi costruire la tua biocasa e vuoi essere seguito in ogni fase del tuo percorso, Barra&Barra può aiutarti a realizzare il tuo progetto di casa.

Siamo specializzati nella progettazione e costruzione di case su misura sostenibili, belle e sicure. 

Per ricevere un preventivo personalizzato e senza impegno, contattaci ora.

Leave a Reply