Stai pensando di investire in una casa in bioedilizia e vorresti capire di più su come si costruisce una casa in legno?

I passaggi per edificare una casa in legno sono, in parte, diversi da quelli caratteristici delle case in latero-cemento. Se, da una parte, vi sono degli elementi in comune che riguardano, ad esempio, i permessi e la burocrazia, dall’altra troviamo aspetti molto diversi, che hanno a che fare con la natura del progetto.

Ormai sappiamo che le case in legno rappresentano una solida alternativa alle abitazioni tradizionali. Le biocase sono diventate sempre più popolari tra gli italiani grazie alla loro affidabilità, al bassissimo impatto ambientale e all’efficienza energetica che le caratterizza.

Ma come si ottiene tutto questo e da dove nasce una casa in legno? In questa guida ti spiegheremo, passo dopo passo, come viene costruita una casa in legno, dalla scelta del terreno alla consegna.

I passaggi per la costruzione di una casa in legno

Se hai scelto di acquistare una casa in legno, sicuramente sarà utile per te capire meglio come vengono edificate queste abitazioni e quale sarà il processo costruttivo. Vediamo insieme tutte le fasi che lo caratterizzano.

#1 – Il terreno

Quando si parla di nuove costruzioni, il primo step da attuare riguarda la scelta del terreno. La prima precisazione da fare è che non tutti i terreni sono uguali e non tutti sono classificati come edificabili. Pertanto, dovrai prestare attenzione alla destinazione d’uso del terreno che hai acquistato o che sei in procinto di acquistare.

Scegliere il terreno è un’operazione di vitale importanza: tra i fattori che dovresti assolutamente prendere in considerazione, sicuramente l’accessibilità, l’urbanistica, le condizioni del suolo, la pendenza del versante.

LEGGI ANCHE >> Si possono costruire case in legno su un terreno agricolo?

#2 – La progettazione

La fase di progettazione è il cuore del processo costruttivo: è proprio da una progettazione di qualità che si parte per ottenere una casa solida e sicura. 

Avere le idee chiare sulle dimensioni della casa e sulla planimetria non è affatto scontato; per questo è fondamentale rivolgersi a specialisti con esperienza, così da avere la certezza che le tue esigenze vengano soddisfatte.

#3 – I permessi per costruire

Per poter essere costruite, le case in legno hanno bisogno delle stesse autorizzazioni di quelle in latero-cemento.

Per prima cosa è necessario che un tecnico abilitato, nello specifico un geometra, un ingegnere o un architetto, presenti il progetto relativo alla realizzazione della casa su un lotto edificabile. Altre figure specializzate dovranno occuparsi di tutti gli aspetti necessari all’edificazione come l’esecuzione di un’indagine geologica sul terreno, la valutazione della sicurezza del cantiere e la progettazione degli impianti idraulici, elettrici o del riscaldamento. 

Dovranno poi essere designati un direttore dei lavori e un responsabile di cantiere che monitorino il tutto e verifichino la corretta esecuzione dell’opera. Sarà quindi un’apposita Commissione Edilizia a valutare la fattibilità del progetto e a dare le autorizzazioni per costruire una casa in legno.

Precisiamo anche che l’iter per la richiesta dei permessi e la relativa documentazione può variare da comune in comune.

#4 – Il sistema costruttivo

Una volta ottenuti tutti i permessi, sarà possibile l’avanzamento dei lavori. Una parte importante della costruzione di una casa in bioedilizia riguarda il sistema costruttivo scelto.

I sistemi costruttivi per edifici a struttura di legno fanno capo principalmente a quattro tipologie:

  • A telaio leggero (timber frame) 
  • A pannelli portanti multi-strato (X-lam) 
  • A blocchi massicci o tronchi sovrapposti (block-house) 
  • A telaio pesante ( con travi e pilastri)

In particolare, con il sistema X-lam, la struttura viene realizzata incollando strati incrociati di tavole in legno. I pannelli vengono tagliati a seconda delle esigenze architettoniche.

Con questo sistema la funzione strutturale portante è autonoma e parzialmente disgiunta dalle prestazioni energetiche, essendo il pacchetto isolante posto all’esterno del setto in legno (sistema a cappotto) e alcune volte anche all’interno (occupando gli spazi che rimangono liberi da impianti nell’intercapedine impiantistica). 

Diversamente, nel sistema a telaio, la struttura della casa è realizzata come un vero e proprio telaio di legno giuntato a montanti verticali continui che rappresentano la struttura principale della singola parete. 

#5 – L’edificazione della casa

Il processo costruttivo di una casa in legno segue una serie di passaggi ben definiti. Vediamoli insieme:

  • Le fondamenta. Sì, anche le case in legno richiedono solide fondamenta. Tutto parte da qui: viene realizzata una platea in cemento di almeno 30 centimetri, con un’estensione commisurata alla grandezza dell’edificio da costruire. Allo stesso tempo viene realizzato il sistema fognario
  • Le traversine. Dopo le fondamenta, vengono poste le traversine, che rappresentano le basi della struttura della casa
  • L’ancoraggio della struttura. A questo punto, si procede con l’ancoraggio della struttura in legno
  • Il tetto. Viene effettuata la sigillatura del soffitto o del tetto, che può essere fatta in modi diversi, dal bitumato alle coperture in laterizio
  • Le finiture. Come ultimo passaggio, vengono effettuate le finiture, come la pavimentazione, i rivestimenti e il collaudo di tutti gli impianti

Costruisci la tua casa in legno

Ora che abbiamo visto come si costruisce una casa in legno, possiamo aiutarti a realizzarne una che rispecchi perfettamente le tue esigenze. 

Noi di Barra&Barra ci occupiamo di case in bioedilizia efficienti e sicure. Il nostro obiettivo è garantirti una casa eccellente dal punto di vista energetico, sostenibile e affidabile.

Per un preventivo senza impegno, contattaci ora

Lascia un commento