Ristrutturare le case con il legno è possibile, seguendo alcuni accorgimenti. Il legno è un materiale molto utilizzato nelle riqualificazioni energetiche: grazie alla sua robustezza e alla sua versatilità, viene impiegato in interventi di diversa natura, dagli ampliamenti alle sopraelevazioni.

I benefici di una ristrutturazione in legno sono molteplici: velocità di assemblamento, durabilità nel tempo e costi contenuti sono solo alcune delle potenzialità di questo materiale. 

Vediamo insieme come e quando è possibile ristrutturare una casa con il legno e quando, invece, è conveniente demolire e ricostruire.

Perché ristrutturare con il legno?

Il legno è un materiale molto versatile ed è perfetto per lavorare su una ristrutturazione. Il suo punto di forza è sicuramente la leggerezza: questa caratteristica consente di affrontare con maggiore semplicità progetti complessi che possono riguardare l’ampliamento di una struttura oppure la realizzazione di una sopraelevazione.

Altro vantaggio interessante riguarda il fattore tempo: il legno è più veloce da assemblare e montare e permette di terminare delle ristrutturazioni in un periodo nettamente più breve rispetto alle ristrutturazioni con latero-cemento.

Volendo sintetizzare i motivi più interessanti per ristrutturare con il legno, possiamo dire che:

  • Il legno è leggero e flessibile: ciò lo rende adatto a lavori complessi da gestire come le sopraelevazioni, perché il peso da sostenere per l’edificio sottostante è molto più contenuto
  • Il materiale è versatile e adatto a diverse tipologie di ristrutturazione. Inoltre, può essere facilmente nascosto sotto l’intonaco e utilizzato anche su edifici tradizionali
  • I tempi di montaggio sono ridotti: in questo modo il cantiere procederà più velocemente

Quale tecnica prediligere per ristrutturare con il legno?

In realtà non esiste una scelta giusta o sbagliata in assoluto: tutto dipende dal tipo di ristrutturazione a cui ci si deve approcciare.

La struttura a telaio viene utilizzata frequentemente per realizzare sopraelevazioni, essendo particolarmente leggera. Inoltre, questa tecnica costruttiva prevede l’utilizzo di pareti prefabbricate, già provviste di finestre e spazi per l’impiantistica, permettendo di procedere con tempistiche assai più brevi.

In alternativa anche la tecnologia X-LAM può essere adottata per una ristrutturazione. In questo caso, la struttura è costituita da una serie di pannelli lamellari di legno massiccio, con uno spessore variabile dai 5 ai 30 cm, realizzati incollando strati incrociati di tavole con spessore medio di 2 cm. 

I pannelli vengono tagliati e lavorati a seconda delle esigenze architettoniche.

Quando evitare una ristrutturazione in legno?

Come per ogni ristrutturazione, prima di procedere è fondamentale fare delle analisi e capire se e come è opportuno procedere. Ci sono dei casi in cui la ristrutturazione potrebbe non essere la soluzione migliore: tutto dipende dall’analisi preliminare e dallo studio del progetto.

Ad esempio, è importante tener conto degli spazi presenti nell’edificio da ristrutturare, per capire se ci sono i margini per procedere al montaggio dei pannelli in legno. E ancora, è bene valutare l’eventuale presenza di vincoli costruttivi che potrebbero impedire ampliamenti o sopraelevazioni.

Meglio ristrutturare o demolire per ricostruire in legno?

Anche in questo caso, non esistono risposte nette. Tutto dipende dall’entità dell’intervento. Spesso e volentieri l’investimento da prevedere per una ristrutturazione può essere superiore di quello per una demolizione, se si tratta di lavori radicali.

Demolire per ricostruire una casa in legno è una via perseguibile in tutti quei casi in cui, per motivi di sicurezza o di inefficienza energetica, non è possibile lavorare su un risanamento. 

Può essere il caso, ad esempio, di un vecchio rudere, dove la demolizione può lasciare il posto ad una casa in bioedilizia costruita secondo parametri di efficienza energetica e affidabilità estremamente rigorosi, impiegando materiali naturali e sostenibili. 

Altro fattore da non sottovalutare: la demolizione seguita da ricostruzione di casa in legno permette di accedere a notevoli detrazioni fiscali, tra cui anche il nuovo Superbonus 110%.

Ristruttura la tua casa con Barra&Barra

Stai pensando di ristrutturare il tuo edificio? 

Noi di Barra&Barra ci occupiamo di ristrutturazioni e costruzioni in bioedilizia efficienti, affidabili e sicure.

Per saperne di più e ricevere un consulto senza impegno, contattaci ora.

Lascia un commento